Il sabato alle ore 16.00: Santa Messa per le bambine e i bambini delle scuole elementari

In attesa che le norme prudenziali per la sicurezza sanitaria ci consentano di avviare un nuovo e diverso percorso di catechesi con i ragazzi delle scuole elementari – con il coinvolgimento delle famiglie e oltre il periodo scolastico – a partire dal 16 gennaio, ogni sabato alle ore 16.00 le bambine e i bambini di terza, quarta e quinta elementare, sono invitati a celebrare insieme la Santa Messa in un clima di familiarità e di coinvolgimento.

SANTO NATALE 2020

Preghiera a Gesù

Signore Gesù,

contemplando il presepe, penso alla luminosità e alla serenità che accompagnano la tua venuta: l’apparire sulla terra di una grande luce; gli angeli che annunciano gioiosamente la tua nascita che dona la salvezza; i pastori che, dopo averti trovato assieme a Maria e Giuseppe, vanno a riferire la loro esperienza.

Le difficoltà del momento presente mi fanno anche pensare al contesto oscuro in cui tutto avviene: un mondo pieno di lotte, sopraffazioni, ingiustizie; un viaggio faticoso da Nazaret a Gerusalemme forzato dal censimento; la tua nascita in un luogo di fortuna; l’indifferenza e la chiusura di persone religiose nei confronti della tua venuta, annunciata dai profeti. continua a leggere

AIUTI PER LAVORI

Carissimi parrocchiani,

come appare evidente i lavori di manutenzione straordinaria e di restauro conservativo della chiesa stanno volgendo al termine.

Dopo l’installazione dell’impianto di riscaldamento, che avverrà a breve, rimane solo da eseguire il restauro dei dipinti della parte bassa delle pareti interne della chiesa e la definitiva sistemazione del presbiterio (collocazione del tabernacolo del santissimo sacramento, la sede del celebrante, ambone, collocazione del crocifisso, ecc.) con un progetto da concordare con la diocesi e la soprintendenza. continua a leggere

Omelia di Ingresso del nuovo Parroco don Giovanni Momigli – 8 settembre 2020

Fratelli e Sorelle,

Mentre lodiamo il Signore per la nascita di Maria, il Vangelo indirizza il nostro sguardo a Gesù, «Verbo fatto Carne» (Gv 1,14).

La vera devozione a Maria, come ogni devozione ai santi, conduce sempre a Gesù. Quando questo non avviene, siamo in presenza di una devozione deviata e di una fede appannata, se non del tutto snaturata.

Non si è cristiani perché buoni devoti, né per motivazioni etiche e neppure perché il cristianesimo apre a grandi idee e profonde riflessioni sull’uomo e sul mondo. Si diventa cristiani grazie all’incontro «con un avvenimento, con una Persona, che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva» (Deus caritas est, 1). continua a leggere